DIALOGHI SUL FUTURO. 24, 25, 26 LUGLIO 2019 | CONTATTI | PRESS | EDIZIONE 2018 | EDIZIONE 2017 |

Press

Comunicati e News dal Festival del Sarà
24
Giu

Tre serate per parlare del futuro delle Regioni, della bellezza del Made in Italy e la forza dei brand e del Modello Bologna.

Il 24 sera il Presidente della Regione Molise, Donato Toma, accoglierà a Termoli alcuni dei governatori di Regione per comprendere come l’esito del voto delle elezioni europee possa incidere sul processo di attuazione della riforma costituzionale della autonomie regionali prevista dall’art. 116 della Costituzione. Ci si chiederà se il processo subirà un’accelerazione e come sarà possibile conciliare il desiderio sempre crescente di autonomia delle regioni del nord, senza distinzione di colore politico, con l’esigenza di garantire il livello il più possibile omogeneo di diritti – accesso ai servizi sanitari e al mercato del lavoro – dei cittadini del Sud Italia. Sarà possibile delineare un percorso virtuoso per garantire la forte richiesta di autonomia dei cittadini del nord e allo stesso tempo non tradire il principio di solidarietà riconosciuto dalla Costituzione? Moderati da Antonello Barone e dal giornalista di SkyTg24 Alessandro Taballione i governatori commenteranno un’indagine di mercato condotta dalla Digis Ricerche e presentata da Nicola Cesar, Ad Cesare Group, sul giudizio degli italiani in merito ai temi dell’autonomia regionale avanzata. Un primo appuntamento che vuole divenire un’occasione da ripetere ogni anno per fare il punto con i governatori della regioni italiane sul futuro del Paese.

La Bella Italia. Storie di brand, storie di successi

Nella seconda serata, moderati da Antonello Barone, alcune eccellenze della cultura, del giornalismo e dell’imprenditoria italiana testimonieranno come una attenta valorizzazione della “marca” sia sempre più un elemento essenziale per crescere e raccontare il bello e il buono che l’Italia produce. Ospite d’onore della serata sarà il Commissario straordinario della Fondazione Ravello e già direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori. Un manager dello Stato in grado di sconvolgere le previsioni e i pregiudizi e realizzare un‘opera di trasformazione e di successo ritenuta impossibile.

Daniele Chieffi, direttore Factory digitale AGI, Roberto Zarriello, Social Media Specialist Tiscali News, Giampaolo Colletti, brand specialist de Il Sole 24 Ore racconteranno poi la trasformazione del modo di comunicare dei brand tra storytelling e brand journalism. Esperienze dirette dalle imprese arriveranno da Lino Cutolo, Ad della Compagnia Mercantile d’Oltremare e titolare del brand “Ciao – Il Pomodoro di Napoli” e da Ilaria Nembro, Brand and Communication Manager di TESA Group (distributore in Italia e Spagna del prodotti Caterpillar).

Luca Faenzi, Responsabile Comunicazione della ONG Mediterranea ci racconterà del duro lavoro che svolge per far emergere i valori e principi della sua organizzazione in una società e in un contesto politico che sembra voler seguire modelli contrari a quelli scelti dai nostri padri dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Infine Walter Mazzetti, Presidente Onorario del Sistema Euro-Mediterraneo per l’Informazione sulla Gestione dell’Acqua (SEMIDE) ci illuminerà sul futuro di una parola, acqua, che sarà al centro della politiche globali dei prossimi decenni.

26 luglio – Il Modello Bologna, il Modello Emilia-Romagna. Turismo, cibo, impresa, smart city.

Nella terza e ultima serata si suggellerà il legame che le città di Termoli e di Bologna hanno inteso stringere decidendo di ospitare entrambe il Festival del Sarà. Testimonianze dirette racconteranno un modello istituzionale, economico e sociale, ancor prima che politico, quello dell’Emilia-Romagna e del suo capoluogo Bologna, che in questi anni di crisi ha continuato a crescere in termini di occupazione, PIL, investimenti in ricerca e sviluppo, attrattività turistica e numero di utenti nei suoi aeroporti.

Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna e Matteo Lepore, Assessore Cultura Comune di Bologna saranno presenti con un loro video intervento, mentre moderati da Antonello Barone Ippolito Bevilacqua Ariosti, proprietario della destinazione turistica del Borgo di Palazzo de’ Rossi a Sasso Marconi, il termolese Antonello De Oto, professore di Diritto delle Religioni all’Università di Bologna, Paolo Carati, della CNA Bologna, Stefano Gardini, Direttore Business Non Aviation Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna e Marco D’Alimonte, Country Manager Italia Tesla racconteranno le loro esperienze dirette per spiegare come nonostante le grandi difficolta che affronta l’Italia sa trasformarsi ed evolvere come dimostra il caso di Bologna e dell’Emilia-Romagna: modelli di sviluppo economico e attenzione al sociale dove cibo di qualità, turismo internazionale e innovazione della socialità urbana convivono con lo sviluppo economico delle imprese. Un futuro possibile è dunque, guardando a Bologna, a portata di mano.